Cose da vedere

Museo dei presepi

Passeggiate nel mondo mistico dei presepi. Il percorso vi porta a scoprire i presepi tirolesi tradizionali, i gruppi della natività orientali antichi e la rappresentazione più attuale nell'arte moderna.

Castello di Tures

Il particolare carattere abitativo del castello di Tures, già roccaforte dell'omonima dinastia baronale, attira annualmente circa 70.000 visitatori. Il fascino dell'armeria coinvolge soprattutto i più piccoli, gli amanti dell'arte si fanno rapire piuttosto dagli affreschi di Pacher, mentre i romantici dall'atmosfera medioevale che emana il castello. Un invito a rilassarvi anche grazie a particolari mostre e rappresentazioni culturali, nonché ad un bar all'interno del castello stesso.

Gallerie curative

Respirare aria pura, priva di allergeni e pollini, fare del bene al proprio corpo e alle proprie vie respiratorie...
pensate di tanto in tanto anche a voi stessi?

Nelle gallerie minerarie in disuso si crea, in determinate condizioni, un microclima particolarmente benefico per le persone che presentano problemi alle vie respiratorie.

Nel centro climatico di benessere della Miniera di Predoi si incontrano condizioni climatiche del tutto particolari. La galleria si trova a circa 1.100 metri nel cuore della montagna e si presenta come un luogo di quiete, distensione e rigenerazione.

Museo dei minerali

Fatevi incantare dalla magia degli intensi raggi che emanano i molteplici cristalli delle Alpi. Il museo più significativo delle Alpi Orientali deriva da una decennale passione per la ricerca e la collezione di minerali.

Chiesa dello Spirito Santo a Casere

La cappella si trova nella parte retrostante la Valle Aurina, adagiata su una grande roccia. Durante l'inverno vi passano vicino le piste da sci di fondo e durante l'estate la chiesetta viene adibita a rifugio per famiglie.

Museo Etnografico

Il Museo Etnografico che ha sede a Teodone, presso Brunico, è stato fondato nel 1976. La sede è un'antica fattoria signorile molto imponente, una delle quattro masserie di Teodone, un paese che viene menzionato per la prima volta nei documenti nel 995, ma il cui nome indica le prime attività di insediamento dei Bavari in Val Pusteria.

Su un prato che fa parte della fattoria e che misura più di 3 ettari, tra il 1977 e il 1993 sono state trasferite circa due dozzine di antichi fabbricati che altrimenti sarebbero stati distrutti. E' chiaro che qui non si può ancora parlare in senso stretto di un Museo etnografico all'aperto o di un Museo delle vecchie case rurali

Brunico

Al centro della Val Pusteria si trova la piccola cittadina artistica di Brunico. Qui si incontrano il fascino moderno e medievale armoniosamente insieme. La storica "Stadtgasse" ospita ristoranti, café e boutique dove potersi soffermare. Ogni mercoledì ha luogo il giorno del mercato che presenta molti prodotti locali.